giustizia

giu|stì|zia
s.f.
ca. 1274; dal lat. iustĭtĭa(m), v. anche 1giusto.


FO
1a. valore, principio etico che consiste nel riconoscere e rispettare i diritti di ogni singolo individuo, valutando correttamente i meriti e le colpe di ognuno: giudicare, governare con giustizia, credere nella giustizia, violare la giustizia
1b. conformità a tale principio di un comportamento, di un atto, spec. ufficiale: giustizia di un giudizio, di un provvedimento, di una decisione
2a. facoltà, potere di applicare le leggi con provvedimenti aventi forza esecutiva; l’esercizio di tale facoltà: giustizia civile, giustizia penale, intralciare la giustizia; amministrare la giustizia, esercitare il potere giurisdizionale
2b. l’autorità che è depositaria di tale potere e gli organi che ne eseguono le decisioni: consegnare, assicurare qcn. alla giustizia, essere ricercato dalla giustizia, cadere nelle mani della giustizia | CO ministero di grazia e giustizia
3a. FO applicazione concreta delle leggi da parte delle autorità, atto di giustizia: chiedere, ottenere giustizia | fare, farsi giustizia da sé, vendicare un danno subito senza richiedere l’intervento dell’autorità competente
3b. BU estens., pena, sentenza di condanna: luogo della giustizia, il patibolo | fare giustizia, condannare, giustiziare
4. TS filos. l’insieme dei principi e delle norme che ordinano i rapporti umani | l’adeguatezza di tali norme a rendere possibili le relazioni umane | la conformità del comportamento umano a tali norme
5. TS teol. spec. con iniz. maiusc., una delle quattro virtù cardinali, per la quale si riconosce e si opera il bene, che costituisce uno degli attributi di Dio | giustizia divina, la potenza di Dio o Dio stesso, che premia o punisce gli uomini in base al loro operato
6. TS giochi nei tarocchi, uno degli arcani maggiori

Polirematiche

alta corte di giustizia
loc.s.f.
TS dir.
nello statuto albertino: il senato investito di potere giudiziario per crimini di guerra di particolare gravità | nel 1944, tribunale speciale per crimini commessi dai fascisti (abbr. A.C. di G.)
assicurare alla giustizia
loc.v.
CO
arrestare, far arrestare: il ladro è stato assicurato alla giustizia.
collaboratore di giustizia
loc.s.m.
TS dir.
pregiudicato o detenuto che rivela alla giustizia informazioni utili per il proseguimento delle indagini
corte di giustizia
loc.s.f.
TS dir.
palazzo in cui i magistrati esplicano normalmente la loro funzione
giustizia amministrativa
loc.s.f.
TS dir.
l’insieme dei mezzi e degli istituti legali preposti alla difesa dei diritti soggettivi e degli interessi legittimi dei cittadini che si ritengano lesi dalla pubblica amministrazione
giustizia e libertà
loc.s.f.
TS polit.
organizzazione politica antifascista fondata nel 1929 e in seguito confluita nel movimento partigiano (sigla GL)
giustizia sociale
loc.s.f.
TS dir.
principio per cui tutti i cittadini hanno diritto a realizzare la propria personalità e a godere in ugual misura della ricchezza nazionale
giustizia sommaria
loc.s.f.
CO
punizione inferta a qcn. senza averne verificato la colpevolezza per mezzo di un regolare processo
giustizia tributaria
loc.s.f.
TS dir.trib.
=> perequazione tributaria.
gonfaloniere di giustizia
loc.s.m.
TS stor.
nel XIII sec., magistrato fiorentino presidente del consiglio dei priori.
mano della giustizia
loc.s.f.
TS stor.
simbolo del potere sovrano, costituito da uno scettro sormontato da una mano d’avorio benedicente
ministero di grazia e giustizia
loc.s.m.
CO
m. preposto all'amministrazione della giustizia civile e penale
ministro di Grazia e Giustizia
loc.s.m.
CO
guardasigilli
palazzo di giustizia
loc.s.m.
TS dir.
=> corte di giustizia
rendere giustizia
loc.v.
CO
riconoscere e ristabilire i diritti, riparare le offese: con questo processo ti sarà finalmente resa giustizia; anche fig.: questa fotografia non gli rende giustizia
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità