1giusto

giù|sto
agg., s.m., avv.
av. 1274 ca; lat. iūstu(m), cfr. ius, iuris “1diritto”.


I. agg. FO
I 1. di qcn., che opera, agisce secondo giustizia: un magistrato giusto, un insegnante giusto
I 2a. di qcs., conforme a giustizia, fondato sulla giustizia: legge, sentenza giusta, un giusto premio, una giusta pena
I 2b. legittimo, fondato: una giusta critica, nutrire una giusta speranza, provare un giusto sdegno | dovuto, meritato: il giusto castigo, la giusta ricompensa
I 3. che risponde al vero, esatto, preciso: il totale risultante è giusto, il calcolo è giusto, dimmi l’ora giusta, una risposta giusta | contarla giusta, dire le cose come stanno
I 4a. di qcn., idoneo, adatto a un determinato compito, ruolo, ecc.: è la persona giusta per questo lavoro
I 4b. di qcs., adeguato allo scopo cui è destinato, alle esigenze della situazione e sim.: aspettare il momento giusto, l’abito giusto per l’occasione, l’ora giusta per uno spuntino
I 5a. che è nella misura, nella quantità richiesta o prevista: la dose giusta di lievito, la pasta è a giusta cottura, il sugo è giusto di sale | che rientra nella media, normale: essere di statura giusta
I 5b. di un indumento, di misura adatta, calzante, o anche leggermente stretto: i guanti mi sono giusti, il cappello mi va giusto, la camicetta mi è giusta di spalle; spec. ripetuto: le scarpe mi vanno giuste giuste
I 6. CO gerg., nel linguaggio giovanile, di qcn. conforme ai modelli di comportamento o di abbigliamento del gruppo cui appartiene chi giudica: è un tipo giusto!
I 7. TS econ. di prezzo, salario e sim., che risulta sul mercato dall’incontro fra la domanda e l’offerta | giusto prezzo, secondo i criteri dei teologi medievali, quello equo stabilito in base alla legge morale piuttosto che a quella di mercato
I 8. TS mus. nel sistema musicale occidentale, di intervallo di quarta, quinta e ottava, e ogni altro ad essi riconducibile, quando non sia eccedente o diminuito di un semitono
II. s.m. FO
II 1. persona che si comporta rettamente, onestamente, spec. mettendo in pratica gli insegnamenti della religione: i giusti saranno ricompensati; il regno, la sede dei giusti: il paradiso
II 2a. solo sing., ciò che è conforme a giustizia, la giustizia: perseguire il bene e il giusto | essere nel giusto: avere ragione
II 2b. solo sing., ciò che è dovuto, che spetta di diritto: guadagnare il giusto, pretendere, ricevere il giusto
II 2c. solo sing., la giusta misura: essere più basso del giusto III. avv. CO
III 1. esattamente, precisamente: hai risposto giusto | mirare, colpire giusto, nel segno
III 2a. proprio, per l’appunto: sto giusto leggendo quel libro, stavo giusto cercando te; anche iron.: giusto lui dovevano mandare!
III 2b. appena: ho provato a telefonarti giusto adesso, l’ho incontrato giusto ieri
III 2c. solo, soltanto: andrò giusto per salutarla, assaggio giusto un panino

Polirematiche

andare per il giusto verso
loc.v.
CO
andare per il proprio verso
giusta misura
loc.s.f.
CO
limite della convenienza, della normalità, ecc.: in tutto occorre trovare la giusta misura
giusto mezzo
loc.s.m.
1832; cfr. fr. juste milieu, av. 1662
CO
atteggiamento moderato, equidistante da ogni forma di estremismo  
partire con il piede giusto
loc.v.
CO
incominciare a fare qcs. bene, in modo adeguato
prendere per il verso giusto
loc.v.
CO
saper trattare qcn.: è un generoso, basta prenderlo per il verso giusto
sonno del giusto
loc.s.m.
CO
s. tranquillo proprio di chi ha la coscienza pulita
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità