Graal

Grà|al
s.m.inv.
1892; dal fr. ant. graal, dal lat. mediev. gradāle(m) “vaso argenteo”, gradālu(m) “vaso da mensa”.

TS lett.
secondo la leggenda , calice usato nell’ultima cena , nel quale Giuseppe d’Arimatea raccolse il sangue di Gesù crocifisso , considerato a partire dal X sec. come introvabile reliquia dotata di molteplici virtù soprannaturali

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.