grattapugia

grat|ta||gia
s.f.
av. 1492; dal provenz. grataboyssa, comp. di gratar “grattare” e boyssar “pulire”.


1. TS orefic. mazzetto di sottili fili di vetro o d’ottone legati insieme, usato per ripulire la superficie degli oggetti prima della doratura, dell’argentatura o della smaltatura
2. TS tipogr. strumento per spolverare e pulire i punzoni
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.