gravezza

gra|véz|za
s.f.
av. 1294;


1. LE l’essere pesante, pesantezza: una manina bianca a guisa di cera spenzolava da una parte, con una certa inanimata gravezza (Manzoni)
2. LE estens., sensazione di pesantezza molesta, di stanchezza e sim.: si sentiva… una gravezza in tutte le membra (Manzoni)
3. LE fig., molestia, disagio; affanno, sofferenza: questa mi porse tanto di gravezza | con la paura ch’uscìa di sua vista (Dante)
4. CO fig., austerità, solennità: la gravezza del portamento, la gravezza del tono di voce
5. LE tributo, prestazione obbligatoria: insopportabili gravezze, imposte con una cupidigia e con un’insensatezza del pari sterminate (Manzoni)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.