guarire

gua||re
v.tr. e intr.
1ª metà XIII sec; dal fr. ant. *guarir, dal franc. *warjan "tener lontano" e "difendere".


 AU 
1a. v.tr., rimettere in salute, far tornare sano: quel medico lo ha guarito da una malattia considerata incurabile, la dieta e il riposo lo guariranno meglio di qualsiasi medicina
1b. v.tr., far passare una malattia: lo sciroppo mi ha guarito il mal di gola
2a. v.tr., fig., liberare da un male morale: questa lezione lo ha guarito da tutte le sue fisime
2b. v.tr., fig., far passare una sofferenza, un’abitudine, un vizio o sim.: il tempo guarisce molti mali
3a. v.intr. (essere) tornare a essere sano, riacquistare la salute: penso che guarirai presto, è guarito dal morbillo
3b. v.intr. (essere) di una malattia, aver fine, scomparire: la polmonite guarisce con estrema lentezza
3c. v.intr. (essere) di una ferita, rimarginarsi: la sbucciatura del mio ginocchio è ormai completamente guarita
4. v.intr. (essere) fig., liberarsi da un male morale: guarire dall’invidia, da una brutta abitudine, dal vizio del gioco

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità