guinzaglio

guin||glio
s.m.
sec. XIII; dall’alto ted. medio wintseil “fune per legare un levriero”.

AD
1a. lunga striscia, gener. di cuoio, o catena metallica che, fissata per un’estremità al collare e per l’altra tenuta in mano, serve a trattenere e condurre i cani o, più raramente, altri animali: tenere il cane al guinzaglio, mettere il guinzaglio al cane
1b. estens., cintura con bretelle, provvista di un lungo laccio, per tenere i bambini quando iniziano a camminare
2. TS arald. figura a forma di bastone con due corregge per tenere i cani in coppia

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità