il

art.det.m.sing., pron.pers. di terza pers.m.sing., pron.dimostr.
1211; lat. ĭl(lum) “quello”.

FO
I. art.det.m.sing.
1. FO davanti a sostantivi serve a individuare un particolare componente di una classe, a cui si sia già fatto riferimento nel discorso: osservavo un bambino, il piccolo giocava nel cortile; un componente che si supponga noto o comunque identificabe dall’interlocutore: il cane è ammalato, il professore mi ha interrogato; un componente che rappresenta un’entità unica del suo tipo o universalmente nota: il mondo, il presidente degli Stati Uniti | è usato davanti a cognomi preceduti da un titolo o in quanto nomi di personaggi maschi lustri: il ragionier Bianchi, il Manzoni; anche per indicare in generale la loro opera: hai studiato il Leopardi? | usato anche davanti a nomi propri maschi non riferiti a persone: il Lussemburgo, il Tevere, il Banco di Santo Spirito | CO precede cognome di una persona: ho un appuntamento con il Rossi | RE lomb., lomb. precede nome proprio di persona: hai visto il Mario?, | FO davanti alla forma comparativa dell’aggettivo introduce superlativo relativo: il più alto della classe, il più grande di loro | con valore restrittivo, precede l’antecedente di una proposizione relativa: il ragazzo che abbia dimostrato buona volontà sarà ricompensato
2. FO serve a indicare valore astratto o generico: il bene, il male; sopportare il dolore; il moto fa bene alla salute, o l’appartenenza a una determinata categoria: il gabbiano è un uccello
3. FO usato con valore dimostrativo interposto tra un nome di persona e un aggettivo o sostantivo che costituisca un soprannome o indichi una qualifica: Lorenzo il Magnifico, Fippo il Bello, Roberto il meccanico | in espressioni temporali, con valore di questo o quello: dobbiamo concludere entro il mese
4. FO con valore temporale, anche distributivo: l’ho pagato il lunedì dopo, di solito ci vado il martedì | indica una data: Manzoni nacque il 7 marzo 1785
5. LE costruisce l’accusativo alla greca: di lacrime sparso … | … il petto ansante (Leopardi)
II. pron.pers. di terza pers.m.sing., pron.dimostr.  OB   LE  come complemento oggetto, lo, ciò: spesse volte il riguardava nel volto (Boccaccio)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.