imitazione

i|mi|ta|zió|ne
s.f.
av. 1311; dal lat. imitatiōne(m), v. anche imitare.


1a. CO l’imitare e il suo risultato: imitazione dei classici, opera d’imitazione, l’arte nasce spesso dall’imitazione della natura, istinto di imitazione
1b. TS psic. processo psichico, caratteristico dell’età evolutiva e alla base dell’apprendimento, consistente nel conformare il proprio comportamento a quello di altre persone scelte come modello
2. CO riproduzione di suoni, voci, gesti e sim., in modo uguale o simile: imitazione di una voce, del canto di un uccello
3. CO numero di varietà consistente nell’imitare caricaturalmente un personaggio famoso: comico specializzato nelle imitazioni, esibirsi nell’imitazione, fare l’imitazione di un politico
4. CO oggetto, prodotto che ne imita un altro più pregiato: queste perle sono delle imitazioni | copia contraffatta, falso: questo quadro è una volgare imitazione
5. TS mus. tecnica contrappuntistica consistente nel ripetere con una diversa voce dell’ordito polifonico un motivo musicale intonato poco prima da un’altra voce

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità