imperativo

im|pe|ra||vo
agg., s.m.
sec. XIV nell'accez. 2; dal lat. imperatīvu(m), v. anche imperare; nell’accez. 2 cfr. gr. prostatikḗ égklisis.


1. agg. CO che contiene o esprime un comando: tono imperativo, richiesta imperativa
2. s.m. TS gramm. modo verbale che esprime comando o anche consiglio, invito, preghiera, ecc., usato, in italiano, nella seconda persona singolare e plurale del tempo presente (ad es. va e andate); anche agg.: modo imperativo
3. s.m. TS filos. proposizione che formula un comando o una norma d’azione che l’uomo si impone

Polirematiche

imperativo categorico
loc.s.m.
TS filos.
nella filosofia kantiana, imperativo che contiene un comando assoluto, impone un’azione buona in sé che deve quindi essere necessariamente e incondizionatamente compiuta | CO estens., principio morale a cui ci si intende attenere
imperativo ipotetico
loc.s.m.
TS filos.
nella filosofia kantiana, imperativo che consiglia un’azione come mezzo per conseguire un fine
imperativo negativo
loc.s.m.
TS gramm.
i. espresso con l’avverbio non seguito dall’infinito presente per la seconda persona singolare e seguito dalle forme normali per tutte le altre persone
imperativo proibitivo
loc.s.m.
TS gramm.
=> imperativo negativo.
mandato imperativo
loc.s.m.
TS polit.
m., escluso dal diritto costituzionale e dalle costituzioni degli stati democratici, che implica l’obbligo da parte del rappresentante eletto di rispettare puntualmente le istruzioni o i comandi preventivamente impartiti dagli elettori e dai partiti politici: divieto del mandato imperativo
norma imperativa
loc.s.f.
TS dir.
n. che contiene un obbligo da osservare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità