impossibile

im|pos||bi|le
agg., s.m.
av. 1294; dal lat. impossĭbĭle(m), v. anche possibile.


FO
1. agg., di qcs., che non si può realizzare o conseguire in quanto contrasta con le possibilità reali o supera i limiti delle umane capacità: un’impresa impossibile, un progetto impossibile; un amore impossibile; impossibile a dirsi, a farsi | estens., assurdo, vano: coltivare sogni impossibili | con uso neutro, in costruzioni impers.: arrivare in tempo sarà impossibile; sembra, pare impossibile, si stenta a credere; non è impossibile, non si può escludere
2. agg., estens., iperb., molto difficile: la versione di latino era impossibile; un testo impossibile, di ardua lettura
3. agg., fam., di qcs., che supera ogni capacità di sopportazione, intollerabile: una situazione impossibile, un traffico impossibile, un caldo impossibile | di cibo o bevanda, che ha un sapore sgradevole: un caffè, un vino impossibile | di qcn., intrattabile, insopportabile: un ragazzo, un uomo impossibile
4. agg., fam., stravagante, bizzarro: idee, gusti impossibili; un abito dai colori impossibili
5. agg. TS mat. di problema, che non ammette soluzione: la quadratura del cerchio è impossibile
6. s.m. FO solo sing., ciò che non è possibile: chiedere, volere l’impossibile | fare, tentare l’impossibile, provare con ogni mezzo, non lasciare nulla di intentato
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità