inchiostro

in|chiò|stro
s.m.
av. 1294; lat. encaustu(m), v. anche encausto.

AU
1. sostanza liquida o in pasta, nera o colorata, usata per scrivere, disegnare o stampare: inchiostro blu, indelebile, macchia d’inchiostro, inchiostro per timbri | nero come l’inchiostro, nerissimo
2. AD TS zool. => nero di seppia

Polirematiche

inchiostro copiativo
loc.s.m.
CO
i. arricchito di glicerina e glucosio, usato in passato per scrivere lettere di cui si voleva riprodurre la copia
inchiostro da stampa
loc.s.m.
TS tipogr.
nome di vari inchiostri densi e adesivi, composti di oli e resine con aggiunta di nerofumo
inchiostro di china
loc.s.m.
CO
impasto di nerofumo e gelatina essiccato e stemperato in acqua, di rapida asciugatura, usato per disegnare
inchiostro invisibile
loc.s.m.
CO
inchiostro simpatico
inchiostro simpatico
loc.s.m.
CO
i. con cui si ottiene una scrittura che diventa visibile solo dopo opportuni trattamenti, come ad es. l’esposizione al calore
inchiostro stilografico
loc.s.m.
CO
i. fabbricato con coloranti sintetici e addizionato con glicerina per assicurarne la fluidità e impedire l’evaporazione dell’acqua.
sprecare l’inchiostro
loc.v.
BU
scrivere inutilmente.
stampante a getto d’inchiostro
loc.s.f.
TS elettron.
s. dotata di un sistema per cui linee e caratteri vengono formati sulla carta da inchiostro elettrizzato spruzzato attraverso un minuscolo ugello
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità