incomodare

in|co|mo||re
v.tr. e intr.
1545; dal lat. incŏmmŏdāre, v. anche incomodo.


CO v.tr., disturbare recando disturbo, incomodo o fastidio: mi scuso di avervi incomodati, non vorrei incomodare nessuno; spec. come formula di cortesia, anche ass.: scusate, incomodo? | v.intr. (avere) recare disturbo: se non le incomoda verrei alle otto
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità