incorporazione

in|cor|po|ra|zió|ne
s.f.
1529; dal lat. tardo incorporatiōne(m), v. anche incorporare.


CO
1. l’incorporare, l’incorporarsi e il loro risultato: incorporazione di una sostanza a un composto; incorporazione delle uova all’impasto
2. estens., unione di più elementi distinti: incorporazione di due classi scolastiche | unione a un corpo, organismo o raggruppamento più vasto: incorporazione di un reparto in un’unità superiore
3. TS dir. assorbimento di un ente da parte di un altro ente | TS dir.intern. annessione di uno stato da parte di un altro stato | TS dir., econ. fusione tra due società commerciali in cui la prima assorbe interamente il patrimonio dell’altra, che così si estingue | TS dir.civ. intima unione di un bene mobile al suolo o ad altro bene immobile, costituendo così un tutt’uno | TS dir.can. unione di un beneficio, spec. di una parrocchia, a una persona morale non beneficiale, ad es. un monastero
4. TS psic. introduzione e conservazione, reale o fantasmatica, di un oggetto nel proprio corpo, tipica del soggetto nella fase orale
5. TS ling. inserzione di sostantivi e pronomi all’interno del verbo, propria dell’eschimese e di varie lingue americane e paleoasiatiche
6. OB TS dir. => confisca
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità