indifferente

in|dif|fe|rèn|te
agg., s.m. e f.
sec. XIV nell'accez. 2a; dal lat. indifferĕnte(m), v. anche differente.


AU 
1a. agg., di qcs., che equivale a un’altra per importanza o interesse: che vada o no è indifferente, la montagna o il mare per me è indifferente
1b. agg., di qcs. o qcn., che non suscita particolare interesse o simpatia: quel ragazzo mi è del tutto indifferente
2a. agg., di qcn, che non prova o manifesta interesse, partecipazione, coinvolgimento: è, si mostra completamente indifferente a tutto; la musica lo lascia indifferente, quando udì la notizia rimase indifferente, è indifferente alle sofferenze altrui | che rivela disinteresse, mancanza di partecipazione: tono, sguardo indifferente, occhi indifferenti
2b. agg. BU apatico
3. agg. BU di qcn., che si dimostra imparziale in un giudizio
4. agg. OB LE di cose o persone, del tutto uguali fra loro: di natura | e d’arme e di sembianza indifferenti (Tasso)
5. agg. TS filos. => adiaforo | di qcn., che si mantiene imperturbabile di fronte alle cose e agli avvenimenti
6. agg. TS biol. di organismo, che non è influenzato da azioni esterne
7. agg. TS bot. di pianta, che si adatta ad ambienti diversi e non ha particolari esigenze per quanto riguarda il tipo di terreno
8. agg. TS filol. => adiaforo
9. agg. TS chim. => inerte
10. agg. TS ling. di significato neutro, che non comporta giudizi di valore
11. agg. TS mat. => neutro
12. agg. TS fis. di macchina semplice, in cui la potenza risulti uguale alla resistenza
13. s.m. e f. CO persona apatica e insensibile


Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità