indipendente

in|di|pen|dèn|te
agg., s.m. e f.
1585; der. di dipendente con 2in-, cfr. fr. indépendant.


AU
1. agg., che non dipende da altri, che non è soggetto a vincoli e costrizioni: essere indipendente, una ragazza indipendente, avere un carattere indipendente | agg., che non dipende economicamente da nessuno, finanziariamente autosufficiente: lavorando si diventa indipendenti, rendersi indipendente
2. agg., di stato, nazione, che non è politicamente o militarmente soggetto a un altro paese
3a. agg., di gruppo, movimento, associazione e sim., che non dipende da alcun gruppo di potere
3b. agg., di organo di informazione, non controllato da un partito politico o da un preciso ente economico, religioso, ecc., di cui esprima sistematicamente gli orientamenti: un giornale indipendente
3c. agg., di casa discografica, editrice e sim., che non dipende da grandi gruppi commerciali ed è fuori dai maggiori circuiti di distribuzione | di gruppo musicale e sim., che autoproduce i propri lavori
4. agg., di fatto, avvenimento e sim., che non è in relazione con un altro, che non è condizionato o determinato da un altro: quello che è accaduto è indipendente dalla mia volontà, due fatti indipendenti
5. s.m. e f. TS polit. candidato che si presenta nelle liste di un partito politico cui non è iscritto | parlamentare eletto nelle liste di un partito cui non è iscritto: gli indipendenti di sinistra | anche agg.: candidato indipendente, senatore indipendente
6. s.m. e f. TS sport ciclista non professionista e non legato da contratto a una società; anche agg.
7. agg. TS st.relig. degli Indipendenti | agg., s.m., che, chi apparteneva agli Indipendenti | s.m.pl., spec. con iniz. maiusc., setta puritana formatasi in Inghilterra alla fine del XVI sec., riaffermatasi, dopo un periodo di decadimento, nel XVII sec. sotto il nome di Congregazionisti
8. s.f. TS ling., gramm. => proposizione indipendente

Polirematiche

autorità indipendente
loc.s.f.
TS dir.
a. costituita per lo svolgimento di funzioni pubblicistiche atipiche, dotata di un particolare grado di indipendenza, come a es. il garante della radiotelevisione e dell’editoria
proposizione indipendente
loc.s.f.
TS ling.
p. autonoma, non retta da un’altra, che può coincidere con una frase
stampa indipendente
loc.s.f.
TS giorn.
l’insieme delle testate che si dichiarano estranee a ogni compromesso con gruppi di potere
variabile indipendente
loc.s.f.
TS mat.
v. che può assumere qualsiasi valore di un dato insieme
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità