indugiare

in|du|già|re
v.intr., v.tr.
1225; lat. mediev. induciare, lat. *indūtĭāre, der. di indutiae “tregua”.


CO
1. v.intr. (avere) aspettare a dire o fare qcs., spec. per esitazione o imbarazzo: indugiare a parlare, a esprimere la propria opinione; avanti, non indugiare!
2. v.intr. (avere) trattenersi, attardarsi a fare a qcs.: dopo cena abbiammo indugiato a lungo in chiacchiere
3. v.tr. LE ritardare, differire ad altro tempo: perch’io indugiai al fine i buon sospiri (Dante), ogni diletto e gioco | indugio in altro tempo (Leopardi)
4. v.tr. LE trattenere: ma perché più v’indugio? (Tasso)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità