infelice

in|fe||ce
agg., s.m. e f.
1304-08; dal lat. infelīce(m), propr. "non produttivo, sterile", poi "infelice", v. anche felice.


AU 
1. agg., di qcn., non felice, non contento: essere, sentirsi infelice, donna, ragazzo infelice; amante infelice, non corrisposto, sfortunato
2. agg., s.m. e f., che, chi è stato colpito dalla sventura e vive in tristi condizioni materiali o morali: un povero infelice, avere pietà per gli infelici
3. agg., caratterizzato da infelicità, pieno di tristezza e sofferenza: infanzia, vita infelice, giorno infelice; che causa infelicità: ricordo infelice; amore infelice
4. agg., contrario ai desideri o alle aspettative, sfortunato: scelta infelice, esordio infelice, tentativo infelice
5. agg., non adatto al momento o allo scopo, inopportuno: idea infelice, battuta, risposta infelice
6. agg., non buono, sfavorevole: clima, tempo infelice; posizione infelice; casa, locale infelice, angusto, scomodo o anche malsano
7. agg. BU di qcn., poco abile, poco felice nello svolgere la propria attività | di qcs., eseguito con scarsa abilità, riuscito male: lavoro, traduzione infelice
8. agg. BU di carattere o temperamento, brutto, difficile
9. agg. TS ling. nella teoria degli atti linguistici, di performativo che non ha buon esito

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità