infinito

in|fi||to
agg., s.m.
1304; dal lat. infinītu(m), v. anche finito; nell’accez. 3 cfr. lat. infinitum, gr. ápeiron; nell’accez. 5 cfr. lat. (modus) infinitus, gr. aparémphatos ékklisis.

FO
1. agg. , che non ha né inizio né fine, che non ha limiti di spazio, di tempo o di quantità: l’universo infinito, la serie infinita dei numeri, l’infinita misericordia di Dio
2a. agg. , iperb., molto grande, immenso: la distesa infinita del mare, della pianura; ha dimostrato un’infinita pazienza; di sentimento, molto profondo: un amore infinito
2b. agg. , iperb., interminabile: è nata un’infinita discussione in proposito, ci ho messo un tempo infinito ad arrivare
2c. agg. , iperb., al pl., innumerevoli, svariati: sull’argomento sono stati pubblicati infiniti testi, ci sono infiniti modi per affrontare il problema; ti faccio infiniti auguri, infinite congratulazioni | grazie infinite, infinite grazie, come formula di ringraziamento
3. s.m. , solo sing., spazio o tempo senza limiti: l’idea, il concetto di infinito | estens., il cosmo, l’universo: i misteri dell’infinito
4. s.m. TS mat. estremo ideale verso cui tende una variabile che non ha limite nel suo ingrandirsi: calcolare il limite di una funzione per x che tende a infinito
5. s.m. TS gramm. modo indefinito della coniugazione verbale in cui l’azione è espressa senza determinazione di numero e persona, ma soltanto di tempo e di diatesi (ad es. in italiano amare, credere, finire, aver amato, aver creduto, essere amato, essere stato amato): infinito presente, passato, futuro; infinito attivo, passivo; anche agg.: modo infinito | infinito sostantivato, quello usato in funzione di sostantivo (ad es. nella frase mi annoiava il suo continuo cicalare)
6. s.m. TS teol. per anton., solo sing., con iniz. maiusc., Dio

Polirematiche

accusativo con l’infinito
loc.s.m.
TS ling.
nella sintassi di diverse lingue indoeuropee, costruzione con cui vengono introdotte le proposizioni soggettive e oggettive (es. nuntiavit hostes appropinquare “annunciò che i nemici si avvicinavano”)
all’infinito
loc.avv.
loc.agg.inv.
1. loc.avv. CO senza finire, illimitatamente: il ciclo si ripete all’infinito, la serie dei numeri prosegue all’infinito | anche iperb.: me lo ha ripetuto all’infinito, questo lavoro andrà avanti all’infinito
2a. loc.avv. TS fis., tecn. a una distanza molto grande da un elemento di riferimento, spec., in ottica e in fotografia, a una distanza molto maggiore di quella focale: regolare l’obiettivo all’infinito
2b. loc.agg.inv. TS elettr. di punto, che è a una distanza tanto grande dalle cariche che generano un campo elettrico da poter essere considerate trascurabili le azioni del campo su tale punto
bontà infinita
loc.s.f.
TS relig.
con iniz. maiusc. => bontà divina.
infinito attuale
loc.s.m.
TS filos.
=> infinito categorico
infinito categorematico
loc.s.m.
TS filos.
=> infinito categorico
infinito categorico
loc.s.m.
TS filos.
particolare concetto di grandezza effettiva, che caratterizza ad es. gli insiemi infiniti in matematica
infinito descrittivo
loc.s.m.
TS ret.
=> infinito storico
infinito imperativale
loc.s.m.
TS gramm.
i. con cui si impartisce un ordine generico, non rivolto a qcn. in particolare (ad es. in avvisi come rivolgersi allo sportello 6, non calpestare l’erba, ecc.)
infinito narrativo
loc.s.m.
TS ret.
=> infinito storico
infinito potenziale
loc.s.m.
TS filos.
ciò che può essere preso sempre soltanto in una sua parte e mai completamente, ciò che non si esaurisce mai
infinito sincategorematico
loc.s.m.
TS filos.
=> infinito potenziale
infinito storico
loc.s.m.
TS ret.
modo verbale infinito usato in luogo dell’indicativo, spec. in latino classico, per dare maggiore immediatezza a una narrazione
limite infinito
loc.s.m.
TS mat.
valore a cui una funzione tende quando la variabile indipendente tende all’infinito
paradosso dell’infinito
loc.s.m.
TS mat.
p. collegato a un’estensione di principi validi soltanto per insiemi finiti a insiemi infiniti, ad es. il principio che il tutto è maggiore della parte non è più valido per gli insiemi infiniti
processo all’infinito
loc.s.m.
TS filos.
il risalire per via di ragionamento da una causa all’altra senza potere identificare un ente come origine e causa prima
regresso all’infinito
loc.s.m.
TS filos.
operazione logica di regresso che rimanda a termini sempre ulteriori, cioè a universali sempre maggiori, senza che si possa giungere a una conclusione definita.
successione infinita
loc.s.f.
TS mat.
s. costituita da un insieme posto in corrispondenza con l’insieme infinito dei numeri naturali
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità