ingombrare

in|gom|brà|re
v.tr.
1313-19; dal fr. encombrer, der. dell’ant. combre “sbarramento di un fiume”, di orig. celtica.

CO
CO (io ingòmbro)
1a. occupare un luogo, costituendo un ostacolo, un intralcio: le auto parcheggiate male ingombrano la strada; anche ass.: quegli scatoloni ingombrano
1b. estens., riempire, occupare: le nuvole ingombrano il cielo | riempire in modo eccessivo creando impaccio, fastidio e sim.: pensieri dolorosi gli ingombravano la mente
1c. LE fig., pervadere: mortal bellezza, atti e parole m’hanno | tutta ingombrata l’alma (Petrarca)
2. CO riempire, occupare uno spazio con cose che creano impaccio, disturbo, fastidio e sim.: ingombrare il tavolo di libri e carte; anche fig.: ingombrare la mente di nozioni inutili
3. OB LE ostacolare, impedire nei movimenti: il destrier… fa crollar sì il mirto ove è legato | che de le frondi intorno il piè gli ingombra (Ariosto)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità