insetto

in|sèt|to
s.m.
av. 1498; dal lat. insĕctu(m), nt. di insectus, p.pass. di insecāre “tagliare”, con riferimento alle sezioni del corpo, cfr. gr. éntomon; nell’accez. 1b cfr. lat. scient. Insecta.


1a. AU piccolo animale invertebrato con sei zampe, spesso alato, come ad es. la formica, la mosca, la farfalla, l’ape, lo scarafaggio, ecc.
1b. TS entom. artropode della classe degli Insetti, con tre paia di zampe, corpo ricoperto da una cuticola chitinosa e suddiviso in capo, torace e addome, caratterizzato da riproduzione ovipara, cui generalmente fanno seguito vari stadi di metamorfosi | pl. con iniz. maiusc., classe del phylum degli Artropodi
2. AU estens., qualsiasi piccolo invertebrato anche con più di sei zampe, come i ragni, gli acari e vari altri parassiti domestici: avere la casa infestata dagli insetti; schiacciare qcn. come un insetto, umiliarlo profondamente
3. CO fig., spreg., persona meschina o fastidiosa: non è che un vile insetto
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità