interrogativo

in|ter|ro|ga||vo
agg., s.m.
1551; dal lat. tardo interrogatīvu(m), v. anche interrogare.


 AU 
1. agg., che esprime una domanda, che rivela dubbio, perplessità: sguardo interrogativo, espressione interrogativa
2a. s.m., domanda, interrogazione; dubbio: sollevare, porre alcuni interrogativi; rispondere a un interrogativo
2b. s.m., cosa misteriosa, imprevedibile: il futuro è un grande interrogativo | BU persona impenetrabile


Polirematiche

aggettivo interrogativo
loc.s.m.
TS gramm.
a. determinativo usato nelle domande (per es.: quale treno hai preso?)
avverbio interrogativo
loc.s.m.
TS gramm.
a. che introduce una domanda (per es. dove, come, quando, quanto, perché)
congiunzione interrogativa
loc.s.f.
TS gramm.
c. che unisce una subordinata interrogativa alla proposizione reggente
pronome interrogativo
loc.s.m.
TS gramm.
p. che introduce una domanda sotto forma di proposizione interrogativa diretta (per es.: quanti siete?)
proposizione interrogativa
loc.s.f.
TS ling.
p. che esplicita un dubbio, una domanda, un quesito ricavati dalla reggente
punto interrogativo
loc.s.m.
CO
1. segno di interpunzione posto alla fine della frase per indicare che questa deve essere pronunciata con un tono interrogativo
2. fig., riferito a una situazione, a un progetto e sim., incognita, mistero : quell’impresa è un punto interrogativo; riferito a una persona, individuo dal carattere chiuso, imperscrutabile: quel ragazzo è un punto interrogativo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità