invisibile

in|vi|ṣì|bi|le
agg., s.m., s.f.
sec. XIII; dal lat. invisĭbĭle(m), v. anche visibile.


AU
1a. agg., che non si riesce a vedere perché troppo piccolo o lontano: microbi, particelle invisibili; stelle invisibili a occhio nudo, la nave è ormai invisibile all’orizzonte
1b. agg., iperb., che si nota poco perché piccolissimo: macchioline invisibili, una clausola invisibile al fondo della pagina
2. agg., che non appare all’esterno, nascosto: cuciture, rammendi invisibili
3. agg., che sfugge alla percezione dei sensi, immateriale, spirituale: Dio infinito e invisibile, angeli, anime invisibili; anche s.m.: il mondo dell’invisibile, quello spirituale
4. agg. CO spec. scherz., di qcn., che non si fa vedere in giro, irreperibile: da giorni si è reso invisibile
5. agg. TS aer., milit. di aereo costruito in modo da sfuggire agli avvistamenti radar
6. s.m. TS tess. tessuto molto fine per velette da signora
7. s.f. BU forcina per capelli molto sottile

Polirematiche

inchiostro invisibile
loc.s.m.
CO
inchiostro simpatico
mano invisibile
loc.s.f.
TS econ.
secondo l’espressione coniata dall’economista inglese Adam Smith (1723-90), il meccanismo dei prezzi che regola automaticamente il mercato concorrenziale
spettro invisibile
loc.s.m.
TS ott.
s. che comprende le radiazioni di lunghezza d’onda che vanno dall’infrarosso all’ultravioletto
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità