ira

ì|ra
s.f.
sec. XIII; lat. īra(m).

AU
1a. AU stato di violenta irritazione che tende a manifestarsi con parole di sdegno e gesti di collera aggressiva, indignazione e sim.: ira implacabile, feroce; scatto, sfogo d’ira; accendersi, avvampare, fremere d’ira; provocare, suscitare l’ira di qcn.; frenare, trattenere l’ira; sfogare la propria ira su qcn. | essere accecato dall’ira, essere adirato tanto da perdere il controllo di se stesso
1b. TS teol. uno dei sette peccati capitali che consiste in un violento e smodato desiderio di vendetta
2a. CO odio, risentimento: attirare su di sé le ire di qcn. | avere qcn. in ira, odiarlo, detestarlo | essere in ira a qcn., essere odiato o malvisto da qcn.
2b. BU spec. al pl., grave discordia: le ire cittadine, le ire di parte
3. LE giusto sdegno, nobile furore: nutrìa contro a’ Persi in Maratona… la virtù greca e l’ira (Foscolo)
4. CO fig., violenza degli elementi naturali: ira del vento, del mare in tempesta
5. CO chi è fuori di sé per la rabbia, furia: sembrare un’ira scatenata

Polirematiche

ira di Dio
loc.s.f.
CO
1. persona o cosa terribile: combinare un’ira di Dio | dire un’ira di Dio su qcn., dirne tutto il male possibile
2. grande confusione, finimondo: fare, scatenare un’ira di Dio
3. prezzo spropositato: quell’automobile costa un’ira di Dio
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità