ispirazione

i|spi|ra|zió|ne
s.f.
1304-08 nell'accez. 4; dal lat. inspiratiōne(m), v. anche ispirare.


AU
1. potenza immaginativa, impulso che spinge alla creazione di un’opera dell’intelletto, spec. artistica: ispirazione poetica, letteraria, scrivere nel fervore dell’ispirazione, musica di profonda ispirazione, romanzo ricco d’ispirazione; motivo ispiratore di un’opera intellettuale o artistica: trarre ispirazione dalla natura, cercare, trovare ispirazione in qcs.
2. influsso esercitato da una potenza divina sull’uomo, volto a influenzarne la volontà per il conseguimento di un fine soprannaturale: parlare per ispirazione divina, celeste, ispirazione biblica, profetica
3. estens., disposizione, impulso improvviso dell’animo che spinge ad agire in un determinato modo: non so perché l’ho fatto, ho avuto un’ispirazione, cedere a una cattiva ispirazione; intuizione, idea brillante: per fortuna mi è venuta l’ispirazione di non partire il giorno del temporale
4. consiglio, esortazione: agire per ispirazione di qcn., prendere, trarre ispirazione dall’esempio di qcn.
5. orientamento ideologico o culturale: un giornale d’ispirazione popolare, cattolica, riformista
6. OB inspirazione
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità