larghezza

lar|ghéz|za
s.f.
nell’accez. 2; der. di largo con -ezza.


AD
1a. estensione lineare di qualcosa rispetto alla sua dimensione minore: la larghezza di un fiume; la larghezza di un foglio, di un quadro: la misura del lato che fa da base; la larghezza di una stanza: la misura del lato minore o di quello dove c’è la porta | diametro: la larghezza di un bicchiere, di un vaso | di una parte del corpo umano, la circonferenza: la larghezza del torace
1b. la dimensione minore di una figura piana contrapposta alla lunghezza | una delle tre dimensioni di un solido, e propriamente quella che lo delimita orizzontalmente nel senso della dimensione minore; estens., la misura di tale dimensione
2. fig., generosità; liberalità: donare con larghezza | atto generoso
3. abbondanza: con larghezza di particolari
4. fig., ampiezza di vedute, apertura intellettuale: larghezza di idee; giudicare con larghezza: con indulgenza
5. TS tipogr. nei caratteri, distanza, variabile per le diverse lettere, tra le due facce verticali laterali
6. TS mar. misura in metri delle dimensioni della nave nei piani trasversali
7. TS pitt. l’impiego di grandi masse di colore stese con semplici pennellate

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità