largo

làr|go
agg., s.m., avv.
av. 1294 nell'accez. 3; dal lat. largu(m), di orig. incerta.


I. agg. FO
I 1a. che ha una larghezza elevata rispetto alla norma: un locale molto largo; avere i fianchi larghi
I 1b. che ha una determinata larghezza: questo muro è largo un metro
I 2. estens., ampio, vasto: strada larga; abbondante, comodo: vestito largo; larga parte degli elettori, un gran numero, la maggioranza; stare larghi, stare comodi, avere molto spazio: in quest’auto anche in cinque stiamo larghi
I 3. di braccia o gambe, tenute aperte, allargate
I 4. fig., di qcn., generoso, liberale: è largo di consigli; è largo nello spendere
I 5. fig., abbondante, copioso: ho un largo margine di successo
I 6. fig., non limitato al significato letterale: ha dato una larga interpretazione del testo
I 7. TS fon. => aperto
I 8. FO spec. accompagnato da un gesto, indica che qcs. ha una determinata larghezza: è largo così
II. s.m.
II 1. FO larghezza, lato largo: tagliare, misurare per il largo, nel senso della larghezza
II 2. CO spazio libero, esteso: lasciare un po’ di largo | in loc.pragm.: fare largo, fate largo!, scostarsi per aprire un passaggio; farsi largo tra la folla; anche inter.: largo!, largo!
II 3. FO piccola piazza, slargo all’incrocio di più vie: largo Firenze
II 4. TS equit. nei concorsi ippici, ostacolo composto da due piani verticali costituiti da barriere sovrapposte III. avv.
III 1. FO stando alla larga, lontano: girare, curvare largo
III 2. LE diffusamente: e se io ne parlo alquanto largo (Boccaccio) | estens., senza riguardi, liberamente: molto largo abbiamo delle nostre mogli parlato (Boccaccio)
III 3. TS mus. come indicazione di movimento, in modo più lento dell’adagio; anche s.m.: un largo di Händel

Polirematiche

a gambe larghe
loc.avv.
CO
loc.agg.inv. CO con le gambe divaricate: essere, stare a gambe larghe
a larghi tratti
loc.avv.
CO
1. con pennellate lunghe, in modo sciolto e sicuro
2. fig., non tenendo conto dei particolari
al largo
loc.avv.
CO
in mare aperto, lontano dalla costa: navigare al largo
alla larga
loc.avv.
inter. CO
1. avv., a distanza, alla lontana: stammi alla larga!; fig., senza affrontare direttamente: ha preso l’argomento alla larga
2. inter., come intimazione per lasciar libero il passaggio, per fare spazio: alla largo!
antibiotico a largo spettro
loc.s.m.
TS farm.
a. che esercita la sua azione su un vasto numero di microorganismi patogeni.
avere le spalle larghe
loc.v.
CO
essere una persona forte, spec. moralmente
di manica larga
loc.agg.inv.
CO
indulgente e generoso con gli altri
fare largo
loc.v.
CO
dare, fare spazio
farsi largo
loc.v.
CO
avanzare aprendosi un passaggio: farsi largo tra la folla | fig., andare avanti, spec. nella carriera, superando in ogni modo ostacoli e difficoltà
in larga misura
loc.avv.
CO
in misura preponderante, largamente
in lungo e in largo
loc.avv.
CO
1 in ogni direzione, dappertutto: abbiamo girato la città in l. e in largo
2 fig., ampiamente, diffusamente: abbiamo analizzato il problema in l. e in largo  
largo di manica
loc.agg.
CO
di manica larga
largo di mano
loc.agg.
CO
con riferimento al valore simbolico del gesto, che dà, che è disposto a dare denaro con larghezza e generosità
legamento largo dell’utero
loc.s.m.
TS anat.
vasta plica peritoneale che tiene in sede l'utero
per il lungo e per il largo
loc.avv.
CO
in lungo e in largo  
più largo che lungo
loc.agg.
CO
scherz., molto grasso
prendere il largo
loc.v.
CO
1. di imbarcazione, navigare verso il mare aperto, allontanarsi da riva
2. fig., di qcn., rendersi irreperibile, fuggire
prenderla alla larga
loc.v.
CO
prenderla alla lontana
prenderla larga
loc.v.
CO
prenderla alla lontana.
su larga scala
loc.avv.
loc.agg. CO loc.avv., in grande proporzione, rivolgendosi a un gran numero di persone: produrre su larga scala | loc.agg., di grandi proporzioni, che coinvolge un gran numero di persone: un fenomeno su larga scala.
tenersi al largo
loc.v.
CO
1. navigare lontano dalle coste
2. fig., stare lontano da qcn. o da qcs. spec. perché considerato pericoloso o fastidioso
tenersi largo
loc.v.
CO
non essere troppo critici nel valutare qcn.: un professore che si tiene largo nei voti
trascrizione larga
loc.s.f.
TS ling.
t. fonematica che rende conto solo della successione dei fonemi
vogare al largo
loc.v.
BU
lett., non voler essere coinvolto in una situazione, tenersene alla larga.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità