lascivo

la|scì|vo
agg.
av. 1306; dal lat. lascīvu(m) “scherzoso, arrogante, voluttuoso”.


CO
1a. di qcn., che è incline alla sensualità licenziosa e dissoluta
1b. di atteggiamento, comportamento e sim., che rivela lascivia, propensione alla dissolutezza, alla licenziosità: comportamento, sguardo lascivo | che ha per soggetto argomenti sensuali e licenziosi: un film, un racconto lascivo
2. OB piacevole, allettante | OB LE vivace, irrequieto: non fate com’agnel che lascia il latte |… e semplice e lascivo | seco medesmo a suo piacer combatte (Dante)
3. OB LE noncurante: divenuti lascivi | di niuna lor cosa o faccenda curavano (Boccaccio) | incline, propenso
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità