latinismo

la|ti||ṣmo
s.m.
av. 1612; cfr. fr. latinisme.


1. TS ling. elemento linguistico latino passato nel vocabolario o nella sintassi di un’altra lingua | parola desunta dal latino classico e introdotta in una lingua romanza a un certo punto della sua storia con i minimi necessari adattamenti fonetici e morfologici (ad es. dal lat. causam derivano in it. cosa per tradizione diretta e causa come latinismo)
2. TS stor. => occidentalismo

Polirematiche

latinismo grafico
loc.s.m.
TS ling.
vocabolo di una lingua moderna che nella grafia si rifà non solo alla pronunzia reale ma alla grafia latina, come le grafie con h- del verbo avere, nell’ortografia italiana più antica, sopravvissute per esigenze diacritiche nelle forme ha, hanno
latinismo semantico
loc.s.m.
TS ling.
parola o locuzione d’una lingua moderna, usata in uno dei significati che aveva in latino, come cure nel senso di “occupazioni, atti di sollecitudine” o monumento nel senso di “testimonianza”
latinismo sintattico
loc.s.m.
TS ling.
costrutto sintattico di una lingua moderna ricalcato su usi sintattici latini, come in italiano l’infinito senza di in dipendenza da dire, credere e sim. (ad es.: dicono aver visto, credono decidere).
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.