1lavanda

la|vàn|da
s.f.
av. 1543; dal lat. lavanda propr. “cose da lavare”, nt. pl. di lavandus, gerund. di lavāre “lavare”.


1. BU il lavare, il lavarsi e il loro risultato
2. TS lit. abluzione delle mani da parte del celebrante prima della consacrazione
3. TS med. lavaggio di cavità interne del corpo, praticato a scopo terapeutico o per rimuovere corpi estranei: lavanda auricolare | TS farm. soluzione di farmaci disinfettanti con acqua sterile, usata per irrigare mucose malate
4. TS mar. lavaggio personale dei membri dell’equipaggio | lavatura della biancheria di bordo

Polirematiche

acqua di lavanda
loc.s.f.
TS mar.
a. dolce non potabile usata per l’igiene personale, il lavaggio della biancheria e sim. | CO a. profumata a base di essenza di lavanda
lavanda dei piedi
loc.s.f.
TS lit.
gesto emblematico di carità e di umiltà che, durante la messa serale del giovedì santo, compie il sacerdote lavando i piedi a dodici fedeli, per imitare Gesù che, nell’ultima cena, lavò i piedi agli apostoli
lavanda gastrica
loc.s.f.
TS med.
lavaggio dello stomaco con acqua sterile o soluzioni medicamentose introdotte mediante una speciale sonda, per favorire l’eliminazione di sostanze nocive ingerite
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità