lavorare

la|vo||re
v.intr. e tr.
sec. XIII; dal lat. labōrāre.


FO
1a. v.intr. (avere) impiegare le proprie energie fisiche e intellettuali in un’attività spec. produttiva: lavorare sodo, lavorare fino a tardi; lavorare come un negro, come un matto, l. tantissimo, spec. con orari prolungati e scarsa ricompensa | lavorare in un film, prendere parte alla realizzazione di un film | con la specificazione dell’opera cui si attende o dello strumento che si utilizza, dedicarsi a una determinata attività: lavorare con il traforo; lavorare a maglia, ai ferri, fare la calza | unito a sost. preceduto dalla prep. di dà luogo a loc.v.: lavorare di martello, martellare | lavorare a un quadro, dipingerlo; lavorare a un romanzo, scriverlo
1b. v.intr. (avere) esercitare un mestiere, una professione: lavorare in banca, in fabbrica, lavorare per vivere, lavorare nel campo della moda, lavorare come apprendista; lavorare in proprio, a cottimo
2. v.intr. (avere) di animali, compiere una fatica, spec. utile all’uomo: i buoi lavorano nei campi
3. v.intr. (avere) essere in azione, funzionare: il motore lavora bene, lo stabilimento lavora a pieno ritmo; lavorano solo due pistoni | estens., con riferimento a parti del corpo umano: far lavorare i muscoli addominali, durante la digestione lo stomaco lavora
4. v.intr. (avere) di studio, negozio o esercizio pubblico, avere una vasta clientela, fare affari: è un ristorante che lavora molto, la drogheria non lavora più come una volta
5. v.intr. (avere) agire subdolamente, di nascosto: sembra sincero, ma lavora sotto; lavorare d’astuzia | estens., agire, operare: il male lavora dentro; il tempo lavora a suo favore
6. v.tr., trattare per ridurre alla forma voluta: lavorare il gesso, il legno, la seta, lavorare il metallo a caldo; lavorare la terra, coltivarla; lavorare la pasta, impastare | elaborare, spec. dal punto di vista stilistico: lavorare una pagina, uno scritto
7a. v.tr. TS sport lavorare l’avversario, spec. nel pugilato, colpirlo ripetutamente e a lungo, per infiacchirlo
7b. v.tr. CO estens., circuire, indurre con la persuasione o con raggiri a compiere il proprio volere o ad agire a proprio vantaggio: lavorare il capoufficio per ottenere la promozione
8. v.tr. TS equit. addestrare: lavorare un cavallo

Polirematiche

lavorare a maglia
loc.v.
CO
sferruzzare
lavorare di cervello
loc.v.
CO
sfruttare le propria intellingenza, furbizia: cerca di lavorare di cervello
lavorare di cesello
loc.v.
CO
rifinire con estrema cura
lavorare di fantasia
loc.v.
CO
immaginare cose lontane dalla realtà, fantasticare
lavorare di ganasce
loc.v.
CO
scherz., mangiare avidamente
lavorare di gomito
loc.v.
CO
1. sgomitare
2. estens., farsi largo, spingere: lavorando di gomito arrivò in prima fila | fig., cercare di emergere ad ogni costo, di farsi largo con ogni mezzo
lavorare di lima
loc.v.
CO
apportare perfezionamenti con cura e attenzione: l’autore ha lavorato di lima
lavorare di mano
loc.v.
CO
rubare con destrezza | pop., palpeggiare
lavorare di mascelle
loc.v.
CO
scherz., lavorare di ganasce
lavorare in fabbrica
loc.v.
CO
fare l’operaio
lavorare la terra
loc.v.
CO
fare il contadino
lavorare per la gloria
loc.v.
CO
iron., l. senza un compenso in denaro
lavorare per le spese
loc.v.
CO
l. in cambio del solo vitto.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.