lesina

|ṣi|na, lè|ṣi|na
s.f.
1304; prob. dal got. *alisna con errata discrezione dell’art.det., cfr. ted. Ahle; nell’accez. 2 cfr. loc. Compagnia della lesina, nome di una compagnia di avari descritta in un libro burlesco del sec. XVI, che aveva come simbolo tale strumento per l’abitudine di ripararsi le scarpe da sé.


1. TS artig. attrezzo costituito da un grosso ago ricurvo e appuntito, sostenuto da un corto manico in legno, utilizzato da calzolai e sellai per forare il cuoio che deve essere cucito
2a. BU fig., avarizia, spilorceria | politica della lesina, di austerità finanziaria
2b. BU estens., persona avara
3. RE centr., avocetta
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità