lesione

le|ṣió|ne
s.f.
av. 1342; dal lat. laesiōne(m), v. anche ledere.

AU
CO 1. il ledere, l’essere leso | fig., offesa, danno morale o violazione di un diritto: lesione della propria reputazione, lesione della libertà personale
2. CO TS med. alterazione strutturale, morfologica o funzionale di un tessuto, di un organo o di cellule, di origine traumatica o patologica: riportare una lesione al braccio
3. TS dir.civ. grave sproporzione di valore che può prodursi nello scambio e nell’attribuzione di ricchezza fra privati, in cui si rende necessario l’intervento della legge a riequilibrare la situazione
4. TS edil. interruzione nella continuità di una struttura o di un’opera muraria, dovuta a tensioni interne maggiori di quelle compatibili con la capacità di resistenza dei materiali di costruzione

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.