lode

|de
s.f.
av. 1294 nell'accez. 1b; lat. laude(m).

AU
1a. espressione di piena approvazione pronunciata o scritta nei confronti di una persona o del suo operato: lode sincera, immeritata, meritata, lodi eccessive, sperticate, giudizio, parole di lode; rendere, tributare, meritare grandi lodi, essere degno, meritevole di lode
1b. gloria, merito: a sua, a vostra lode, tornare a lode di qcn. | sia lode al vero, sia detto a lode del vero, in verità, per la verità | fare qcs. con lode, in modo eccellente
2. celebrazione, esaltazione della divinità: dare, rendere lode a Dio, sia lode a Dio | preghiera, canto e sim., con cui si celebra o si onora la divinità: innalzare una lode alla Vergine
3. nota di merito che, unita alla votazione massima, indica l’esito particolarmente brillante di un esame universitario o di una tesi di laurea: prendere 30 e lode, laurearsi con centodieci e lode | dieci con lode o dieci e lode, il massimo voto che un tempo si assegnava nelle scuole elementari e medie | fig., per indicare aperta approvazione, entusiastico consenso: bravo, dieci e lode
4. LE impresa gloriosa, opera degna di elogio: in qualche bella lode | in qualche onesto studio si converta (Petrarca)
5. OB fama: venire, salire in lode, diventare famoso

Polirematiche

cantare le lodi
loc.v.
CO
elogiare, lodare grandemente qcn.: ha cantato le lodi del suo allievo
in lode
loc.agg.inv.
loc.avv. CO loc.agg.inv., che loda, che esalta: un sonetto in lode della donna amata | loc.avv., al fine di lodare: scrivere in lode di qcn.
senza infamia e senza lode
loc.agg.inv.
CO
privo di originalità, mediocre: un romanzo senza infamia e senza lode
tessere le lodi
loc.v.
CO
lodare, spec. in modo prolisso: mi hanno tessuto le tue lodi.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità