luogo

luò|go
s.m.
av. 1294; lat. lŏcu(m).


FO
1. porzione di spazio delimitata idealmente o materialmente: gli infiniti luoghi dell’universo, i luoghi in cui vaga la mente
2. parte determinata e limitata della superficie terrestre, regione: un luogo tranquillo, ameno, un luogo assolato, ombroso, umido | località specifica: luogo di villeggiatura, vivere, abitare sempre nello stesso luogo | centro abitato, città, paese: luogo di provenienza, di nascita, di lavoro
3. punto preciso dello spazio, spec. quello definito da ciò che vi accade o vi è accaduto: ci troviamo nel luogo stabilito, il luogo del delitto, dell’incidente
4. edificio o parte di esso destinato a scopi o attività particolari: un luogo di studio, di preghiera, un luogo benedetto
5. parte circoscritta di un oggetto, di un corpo e sim.: l’intonaco aveva ceduto in più luoghi
6. passo di un libro, di uno scritto o di una argomentazione: questo è uno dei luoghi più belli del romanzo; un luogo oscuro, discusso
7. BU posto, parte di spazio assegnata a una persona o cosa: mettere ogni cosa a suo luogo, ognuno stia a suo luogo
8. TS geom. => luogo geometrico
9. TS astron. posizione di un astro sulla sfera celeste
10. TS ret., filos. argomento o tema generale applicabile a casi particolari di un’argomentazione
11. FO fig., situazione adatta, momento opportuno: non è questo il luogo per parlarne, ogni cosa va fatta a suo luogo | BU opportunità, possibilità: non c’è luogo a sperare
12. OB grado, posizione | condizione sociale
13. OB LE fig., carica, ufficio: coloro che tengono il luogo che voi tenete (Boccaccio)
14. OB possedimento fondiario, podere
15. TS stor. => luogo di monte

Polirematiche

a tempo e luogo
loc.avv.
CO
al momento e nelle circostanze più opportuni
avere luogo
loc.v.
CO
accadere | svolgersi, tenersi: la cerimonia avrà luogo domani in municipio
avverbio di luogo
loc.s.m.
TS gramm.
a. che specifica una determinazione di luogo (per es. qui, là, fuori, sopra, lontano)
complemento di luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica le diverse collocazioni nello spazio di qcn. o qcs.
complemento di luogo figurato
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica le diverse collocazioni in uno spazio astratto, ideale
complemento di moto a luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il luogo verso cui ci si muove o verso cui è diretta un'azione, retto dalle prep. a, da, in, e dalle loc. nei pressi di
complemento di moto da luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il luogo da cui ci si muove o da cui ha inizio un'azione, retto dalle prep. da, di
complemento di moto per luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il luogo attraverso cui ci si muove o attraverso cui si effettua un'azione, retto dalle prep. per, da, in
complemento di stato in luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il luogo in cui ci si trova o avviene un'azione, retto dalle prep. in, su, a, da, tra, per
dare luogo
loc.v.
CO
1. lasciar passare: dare luogo a una persona anziana
2. dare adito: la sua improvvisa partenza dà luogo a molte ipotesi
del luogo
loc.agg.inv.
CO
locale: cucina, tradizioni del luogo, gente, autorità del luogo; essere del luogo, nativo di un certo posto
esserci luogo
loc.v.
BU
e. motivo, ragione, possibilità
fuori di luogo
loc.agg.inv.
CO
fuori luogo
fuori luogo
loc.agg.inv.
CO
inopportuno: una battuta, un comportamento fuori luogo
in luogo di
loc.prep.
loc.cong. CO
1. loc.prep., al posto di: sono venuto qui in luogo di mio fratello | in qualità di, come: lo considero in luogo di padre
2. loc.cong., seguito da infinito, invece di: in luogo di rispondere si allontanò
in primo luogo
loc.avv.
CO
anzitutto, per introdurre un argomento che si ritiene fondamentale in una serie di fatti, argomentazioni ecc.: in p. luogo bisogna appurare le cause dei fatti  
in secondo luogo
loc.avv.
CO
poi, per introdurre un argomento che si ritiene debba essere considerato successivamente in una serie di fatti, argomentazioni, ecc.: in primo luogo bisogna decidere, in s. luogo agire  
in, per ogni luogo
loc.avv.
CO
in, per ogni dove
indice dei luoghi
loc.s.m.
TS filol.
repertorio alfabetico delle parole presenti in un testo con l’indicazione di tutti i passi in cui le parole stesse ricorrono
linea luogo
loc.s.f.
TS mat.
l. costituita dai punti che soddisfano una determinata proprietà geometrica
luoghi paralleli
loc.s.m.pl.
TS lett.
ciascun passo che nelle opere di uno o più autori ricorrono più volte in forma identica o molto simile
luoghi teologici
loc.s.m.pl.
TS teol.
la serie di prove, di argomentazioni e di dimostrazioni intorno alle verità rivelate
luogo a procedere
loc.s.m.
TS dir.
motivo, fondamento per un’azione legale
luogo aperto al pubblico
loc.s.m.
TS dir.
l. aperto a tutti sotto particolari condizioni, come teatri, cinema, ecc. cui si accede dietro pagamento di un biglietto
luogo comodo
loc.s.m.
BU
latrina, gabinetto
luogo comune
loc.s.m.
CO
1. TS ret. affermazione comunemente accettata come vera che può essere usata come premessa per un’argomentazione quale l’entimema
2. CO estens., affermazione banale e diffusa, frase fatta
luogo deputato
loc.s.m.
1. TS st.teatr. nel dramma liturgico medievale, costruzione in legno, tela e sim. che veniva innalzata sul palco per rappresentare gli edifici e i luoghi della passione di Cristo o di altre vicende sacre
2. CO estens., luogo in cui un’azione, un evento e sim. può realizzarsi o riuscire al meglio
luogo di articolazione
loc.s.m.
TS anat.
=> punto di articolazione
luogo di culto
loc.s.m.
CO
edificio che avendo ricevuto la consacrazione o la benedizione liturgica è destinato esclusivamente al culto divino o alla sepoltura dei fedeli
luogo di decenza
loc.s.m.
BU
latrina, gabinetto
luogo di delizie
loc.s.m.
CO
l. che offre piaceri e divertimenti in quantità | spec. in passato, villa o dimora sontuosa usata dalle famiglie nobili come sede di ozi e villeggiatura
luogo di monte
loc.s.m.
TS stor.
nel Medioevo, ciascuna quota o azione che componeva il capitale dei monti | deposito bancario
luogo di pena
loc.s.m.
CO
carcere, penitenziario e sim.
luogo di perdizione
loc.s.m.
CO
ambiente, ritrovo che offra occasioni di vita dissoluta | OB postribolo
luogo geometrico
loc.s.m.
TS geom.
l’insieme dei punti di un piano o dello spazio che soddisfano a determinate condizioni
luogo pubblico
loc.s.m.
CO
l. a cui chiunque può accedere senza alcuna limitazione
luogo topico
loc.s.m.
TS ret.
=> luogo comune.
non luogo a procedere
loc.s.m.
TS dir.
nel processo penale, formula di proscioglimento per motivi che non toccano esattamente il merito dell’imputazione
senza luogo
loc.agg.inv.
TS bibliogr.
di edizione, priva dell’indicazione del luogo di edizione nella descrizione bibliografica (abbr. s.l.)
unità di luogo
loc.s.f.inv.
TS teatr.
nella concezione aristotelica, caratteristica di un’opera teatrale, che si svolge in un unico luogo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.