lusingare

lu|ṣin||re
v.tr.
av. 1294; cfr. provenz. ant. lausenjar.


1a. CO attrarre e assecondare con lusinghe: lusingare i superiori, gli elettori | LE lusingare il sonno, conciliarlo: i venticelli, dibattendo l’ali, | lusingavano il sonno de’ mortali (Tasso)
1b. CO indurre a sperare ciò che è irrealizzabile: lo lusingava col miraggio di un guadagno favoloso
2. CO provocare compiacimento: il tuo giudizio mi lusinga; fig., alimentare, assecondare: le tue parole lusingano la mia vanità, lusingare l’amor proprio di qcn.
3. BU confortare rivolgendo parole dolci e affettuose
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.