madre

|dre
s.f.
ca. 1224 nell'accez. 2; lat. matre(m).


FO
1a. donna che ha generato e partorito un figlio, considerata rispetto a quest’ultimo: diventare madre; essere una buona madre; è uscito con sua madre, con la m.; la madre e il padre; anche in funz. agg.: lavoratrice madre | anche di animali: la madre dei gattini | estens., donna che adotta un bambino
1b. estens., donna che si occupa amorevolmente di qcn., che si prodiga con sollecitudine per qcn.: fare da madre a qcn., essere una madre, una seconda madre
2. solo sing., per anton., anche con iniz. maiusc., la Madonna; anche come appellativo seguito da vari attributi: M. di misericordia, di carità, M. dolorosa
3. titolo delle suore professe o di quelle che hanno cariche particolari: madre superiora, madre badessa
4. TS relig. solo sing., per anton., anche con iniz. maiusc., la Chiesa cattolica, in quanto ha il compito di formare e guidare spiritualmente i fedeli con autorità e premura materna
5. LE estens., patria, città natale: non è questa la patria, in ch’io mi fido, | madre benigna e pia (Petrarca) | solo sing., per anton., anche con iniz. maiusc., l’Italia o la città di Roma
6. LE estens., la terra, in quanto rende possibile la vita degli uomini e offre loro il sostentamento
7. CO fig., fatto, situazione e sim., da cui un altro dipende come effetto, per un rapporto di causalità; origine, causa prima: l’ingiustizia è madre della violenza; stimolo, impulso | in funz. agg.: causa madre, idea madre
8. CO in funz. agg., in un gruppo, in un insieme e sim., indica l’elemento principale, originario, prevalente: azienda madre
9a. TS tecn. stampo originale, forma
9b. TS tecn. sostanza o prodotto utilizzato per lavorazioni successive
10. OB parte concava degli antichi astrolabi
11. CO residuo torbido che si deposita sul fondo di un recipiente contenente un liquido sottoposto a decantazione: madre del vino, dell’aceto
12a. TS bot. pianta che genera altre piante; anche in funz. agg.: pianta madre
12b. TS bot. => ceppaia
13. OB utero
14. CO TS burocr. matrice di una ricevuta
15. TS filos. al pl., spec. con iniz. maiusc., le matrici degli archetipi dell’essere

Polirematiche

a madre e figlia
loc.agg.inv.
CO
di registro per ricevute e sim., formato da una matrice che rimane come documento e da un foglio che si stacca e si dà come ricevuta: blocchetto, libretto a madre e figlia
casa madre
loc.s.f.
CO
1a. sede principale di un ordine religioso
1b. estens., sede principale di una ditta
2. TS econ. => società capogruppo
chiesa madre
loc.s.f.
TS eccl.
la Chiesa dei primi secoli del cristianesimo, da cui si diffuse la predicazione evangelica | estens., chiesa da cui dipendono altre chiese o, anche, chiesa che ha una superiorità gerarchica sulle altre (come ad es. la chiesa di Roma, le chiese metropolitane, vescovili, ecc.)
lingua madre
loc.s.f.
1. CO madrelingua, lingua materna
2. TS ling. => madrelingua
madre celeste
loc.s.f.
CO
solo sing., per anton., anche con iniz. maiusc., la Madonna
madre Chiesa
loc.s.f.
CO
solo sing., per anton., anche con iniz. maiusc., la Chiesa cattolica
madre di Dio
loc.s.f.
CO
solo sing., per anton., anche con iniz. maiusc., la Madonna
madre di famiglia
loc.s.f.
CO
donna che si occupa dei figli e della casa | donna sposata con figli
madre lingua
loc.s.f.
var. => madrelingua
madre natura
loc.s.f.
CO
la natura, concepita come forza generatrice dell’universo
madre sostituta
loc.s.f.
TS biol.
donna che accoglie nel proprio utero un ovulo fecondato per conto di una donna che non può portare avanti la gravidanza
madre surrogata
loc.s.f.
TS biol.
donna inseminata con metodi artificiali per concepire e partorire un bambino per conto di una donna che non può averne | => madre sostituta
madre terra
loc.s.f.
CO
la terra, concepita come forza che alimenta e sostenta l’uomo
madre vicaria
loc.s.f.
TS eccl.
religiosa che fa le veci della superiora
pia madre
loc.s.f.
TS anat.
la più interna delle tre meningi, a contatto col cervello e col midollo spinale (accorc. pia)
ragazza madre
loc.s.f.
CO
giovane donna nubile con uno o più figli che da sola esercita le funzioni di genitore
regina madre
loc.s.f.
CO
madre del sovrano regnante.
rendere madre
loc.v.
CO
di uomo, rendere gravida una donna, metterla incinta
roccia madre
loc.s.f.
TS petr.
1. r. che per erosione ha fornito i clasti di un sedimento
2. r. che per alterazione chimico-fisica è stata coinvolta in processi che portano alla formazione di suoli
3. r. entro la quale si sono formati, da materiale organico, idrocarburi
salsa madre
loc.s.f.
TS gastr.
ognuna delle quattro salse (salsa spagnola, salsa vellutata, salsa al pomodoro e besciamella) che costituiscono la base di altre salse
scena madre
loc.s.f.
1. TS teatr. s. principale di una rappresentazione
2. CO spec. iron., situazione in cui si ostenta enfaticamente una forte tensione emotiva gener. allo scopo di commuovere o di attirare l’attenzione; scenata, piazzata
scheda madre
loc.s.f.
TS inform.
supporto che contiene i componenti principali di un sistema informatico
società madre
loc.s.f.
TS econ.
=> società capogruppo
vite madre
loc.s.f.
TS mecc.
nel tornio parallelo, organo di manovra che consente avanzamenti precisi dell’utensile, necessari per eseguire filettature
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità