maestà

ma|e|stà
s.f.inv.
1304-08; dal lat. maiestāte(m), der. di maior “maggiore”.

CO
1a. imponenza, maestosità di un edificio, di uno spettacolo naturale e sim.: la maestà delle Alpi, la maestà del creato, la maestà del Colosseo
1b. nobiltà d’aspetto, gravità, solennità di atteggiamento: incedere con maestà, la maestà del portamento
2a. spec. con iniz. maiusc., titolo reverenziale attribuito al re o all’imperatore (abbr. M.): Vostra M.; Sua M. il re; le Loro M., il re e la regina
2b. spec. con iniz. maiusc., attributo di supremo ossequio riservato a Dio: Divina M.
3. TS arte nell’iconografia cristiana, immagine del Cristo o della Vergine vista frontalmente, seduta sul trono: la maestà di Giotto | estens., edicola votiva

Polirematiche

delitto di lesa maestà
loc.s.m.
1. TS dir.rom. ogni delitto compiuto contro la maestà del popolo romano e dei suoi magistrati
2. TS dir. ogni delitto compiuto ai danni dello Stato e dei suoi rappresentanti
lesa maestà
loc.s.f.
1. TS dir. => delitto di lesa maestà
2. CO fig., scherz., comportamento offensivo o irriguardoso nei confronti di chi non tollera critiche o di chi è o si ritiene superiore.
plurale di maestà
loc.s.m.
TS gramm.
=> plurale maiestatico
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità