magnifico

ma|gnì|fi|co
agg.
av. 1292; dal lat. magnĭfĭcu(m), der. di magnus "grande".

AU
1a. di qcn., dotato di grandezza, nobiltà e generosità d’animo: i magnifici principi di Firenze | molto generoso, munifico; iron., fare il magnifico, ostentare prodigalità
1b. che rivela magnanimità, nobiltà d’animo o anche prodigalità e generosità: atto, comportamento magnifico
1c. sontuoso, lussuoso: un magnifico banchetto
2a. che desta ammirazione per la straordinaria bellezza, per la preziosità o la ricchezza: un gioiello magnifico, una magnifica casa
2b. che si distingue per elevatezza, eccellenza, perfezione: una magnifica interpretazione, uno spettacolo magnifico
2c. che suscita consenso per la sua opportunità: una magnifica idea | particolarmente piacevole: ho trascorso una magnifica serata | di tempo, bello, stabile: una giornata magnifica
3. CO stupefacente, curioso: questa è magnifica!, ne ho sentita una magnifica
4. CO di qcn., eccezionalmente bello, attraente: una magnifica ragazza
5. stor. spec. con iniz. maiusc., titolo di principi, sovrani, magistrati e sim.; per anton., il M., Lorenzo de’ Medici | scol. titolo assegnato ai rettori di università: il M. Rettore
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità