1malato

ma||to
agg., s.m.
av. 1250; loc. lat. tardo male habĭtu(m), cfr. gr. kakôs ékhōn “che sta male”.


FO
1a. agg., s.m., che, chi è affetto da una malattia, colpito da un’infermità: è più di una settimana che è malato, assistere i malati
1b. agg., di organo o parte del corpo, che ha subito un’alterazione patologica della propria funzionalità: curare un dente malato, tenere sotto controllo oltre all’occhio malato anche quello sano
1c. agg., di pianta od organo vegetale, attaccato, colpito da una malattia: una quercia con le radici malate; che cresce stentatamente, privo di vitalità e di rigoglio: un pioppo malato
2. agg. CO fig., dominato, turbato anche fino all’ossessione, da una passione, da un’idea fissa, ecc.: malato di invidia, malato di protagonismo | mente malata, turbata, sconvolta da pensieri vani o morbosi
3. agg. CO fig., di uno stato, di una società, ecc., che attraversa un periodo di grave crisi: un’economia malata

Polirematiche

darsi malato
loc.v.
CO
dichiararsi malato, spec. in relazione a un’assenza dal posto di lavoro
malato di mente
loc.s.m.
CO
individuo con gravi problemi psichici e mentali
malato immaginario
loc.s.m.
CO
chi crede di avere malattie clinicamente ingiustificabili ma frutto dell’immaginazione
malato specifico
loc.s.m.
TS med.
1. chi è affetto da un’infezione specifica
2. chi è affetto da tubercolosi, tubercolotico
malato terminale
loc.s.m.
CO
chi è all’ultimo stadio di una malattia irreversibile e mortale.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità