malgrado

mal|grà|do
s.m., avv., cong., prep.
sec. XIII; dalla loc. mal grado.


1. s.m. OB LE dispiacere, fastidio: io riavrò colei che è meritamente mia, mal grado voi n’abbiate (Boccaccio)
2. avv. AU unito ad aggettivi possessivi, a dispetto di, contro la volontà di: suo malgrado ha dovuto riconoscere che avevi ragione, siamo usciti nostro malgrado | LE con il compl. di specificazione, contro il parere: malgrado di tutto il mondo, voleva che una gentil donna vedova gli volesse bene, o volesse ella o no (Boccaccio)
3. cong. AU con valore concessivo, introduce un verbo al congiuntivo, benché, sebbene: fa freddo malgrado ci sia il sole
4. prep. AU con valore avversativo, nonostante: malgrado il duro allenamento, la nostra squadra ha perso di nuovo

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità