malignità

ma|li|gni|
s.f.inv.
av. 1342; dal lat. malignitāte(m), v. anche maligno.


AU
1. l’essere maligno; cattiva disposizione d’animo, propensione al male, consapevolezza e volontà di danneggiare: non è vero ciò che pensi, la tua è solo malignità!, sia detto senza alcuna malignità
2. azione, discorso o pensiero maligno: non crederò mai a queste malignità!
3. BU lett., l’essere avverso, sfavorevole: la malignità della sorte | l’essere nocivo, impuro: la malignità dell’aria | inclemenza: malignità del tempo, della stagione
4. LE solo sing., per anton., il demonio: la malignità dal ciel bandita, | che sempre vorria sangue e strage e fuoco, | prese la via donde più Carlo afflisse, | poi che nessuna il mastro gli prescrisse (Ariosto)
5. TS med. carattere maligno di una malattia | caratteristica di un tumore di crescere infiltrandosi nei tessuti circostanti e di diffondersi per metastasi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità