mangiarsi

man|giàr|si
v.pronom.tr.

CO
1. con valore intens., mangiare: mangiarsi una mela, si è mangiato mezza torta da solo
2. rosicchiarsi, rodersi: mangiarsi le unghie
3a. fig., pronunciare male o in modo incompleto parole, sillabe e sim.: ha l’abitudine di mangiarsi le parole e non lo capisco
3b. saltare, omettere una nota musicale: il tenore si è mangiato un fa diesis
4. fig., sperperare, dissipare le proprie sostanze o anche quelle altrui in breve tempo e in modo sconsiderato: in pochi mesi si è mangiato l’eredità al gioco
5. fig., spec. nel gergo sportivo, superare con estrema facilità un avversario | nel gioco del calcio, fallire, sbagliare una facile segnatura: l’attaccante si è mangiato clamorosamente il gol

Polirematiche

mangiarsi il cuore
loc.v.
CO
provare un intenso dolore
mangiarsi il fegato
loc.v.
CO
provare rancore e risentimento; tormentarsi, rodersi
mangiarsi in insalata
loc.v.
CO
superare di molto qcn., spec. in intelligenza, cultura, ecc.: è intelligentissimo: si mangia in insalata tutti i compagni di scuola
mangiarsi in un boccone
loc.v.
CO
superare di molto o facilmente qcn., spec. in ambito sportivo: è più allenato di tutti i concorrenti: domani se li mangerà in un boccone | inglobare, assorbire con grande facilità un’azienda concorrente
mangiarsi la lingua
loc.v.
CO
imporsi di tacere | rimproverarsi di aver detto ciò che non si doveva dire
mangiarsi l’anima
loc.v.
CO
mangiarsi il cuore
mangiarsi le mani
loc.v.
CO
provare rimpianto e pentimento: mangiarsi le mani per non avere subito accettato l’offerta.
mangiarsi tutto
loc.v.
CO
vendersi la camicia
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità