margine

màr|gi|ne
s.m., s.f.
av. 1313; dal lat. margĭne(m).


AU
1. s.m., parte estrema di una superficie, che ne costituisce il tratto terminale, la delimitazione: i margini di un bosco, di una piazza; orlo, bordo, ciglio: margine di una rupe; i margini di una ferita, i lembi, i labbri della lacerazione | anche fig., crescere, svilupparsi ai margini di qcs., in posizione secondaria, marginale, risentendo di un’influenza indiretta; vivere ai margini della società, in una condizione di emarginazione o di rifiuto dei valori e delle norme sociali, o anche vivendo di espedienti e di attività precarie; stare, trovarsi ai margini della legalità, essere in una condizione al limite tra legalità e illegalità
2a. s.m., spazio bianco non occupato dalla scrittura ai quattro lati di una pagina manoscritta o a stampa: margine superiore, di testa; scrivere un appunto in, a margine, per lo più sul margine laterale esterno | il bordo bianco che inquadra una fotografia, un’incisione, ecc.
2b. s.m. TS filat. spazio spec. bianco che inquadra il soggetto di un francobollo e che riveste particolare importanza negli esemplari antichi non dentellati | bordo bianco che delimita il foglio dei francobolli
3a. s.m. CO TS econ. differenza tra costi e ricavi: valutare il margine di guadagno
3b. s.m. TS dir. => caricamento
4a. s.m. CO fig., quantità di tempo, spazio, denaro, ecc. che si ha a disposizione, considerata in rapporto a un limite fissato: c’è ancora un margine di tempo per finire | vincere con un largo, un piccolo margine, superando di molto o di poco l’avversario
4b. s.m. CO fig., ambito entro cui qcs. può manifestarsi o attuarsi: lasciare un margine di autonomia, ridurre il margine di rischio; avere un margine di manovra, d’azione, avere la possibilità di agire liberamente entro un certo ambito
5. s.m. TS tipogr. lingotto di piombo o alluminio usato per la marginatura nella composizione a caldo
6. s.m. OB tributo addizionale
7. s.f. OB LE cicatrice: si ricordò lei dovere avere una margine a guisa d’una crocetta sopra l’orecchia sinistra (Boccaccio)

Polirematiche

in margine
loc.avv.
CO
loc.agg.inv. CO come aggiunta accessoria, relativa ad aspetti secondari, anche in espressioni di modestia: commento in margine
in margine a
loc.prep.
CO
in rapporto con gli aspetti marginali, secondari di qcs.
margine di errore
loc.s.m.
TS stat.
valore approssimativo entro od oltre il quale può verificarsi un errore nella misurazione di una grandezza | CO estens., possibilità di sbagliare: ridurre al minimo il margine di errore
margine di garanzia
loc.s.m.
TS fin.
deposito supplementare in merci o in valori mobiliari che gli operatori a termine sono chiamati a effettuare in caso di variazioni sfavorevoli del prezzo
margine di sicurezza
loc.s.m.
1. TS ing.civ. differenza tra il valore teorico massimo del carico che una struttura può sopportare e il normale valore di lavoro
2. CO estens., tutto ciò che si fa, si predispone in più dello stretto necessario per essere al sicuro da imprevisti.
margine pupillare
loc.s.m.
TS anat.
m. libero dell'iride, delimitante la pupilla
nota a margine
loc.s.f.
CO
osservazione, nota scritta ai margini di una pagina  
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità