martellare

mar|tel||re
v.tr. e intr.
1302-05;


CO
1. v.tr., battere con un martello colpi ripetuti e ritmici per lavorare oggetti di metallo, cuoio, marmo o altro materiale: il ciabattino martella le suole | ass., vibrare martellate o colpi ripetuti: martellare tutto il giorno
2. v.tr., estens., colpire, percuotere ripetutamente e con violenza: martellare di pugni l’avversario
3. v.tr., suonare uno strumento musicale con particolare forza e veemenza; anche v.intr.: martellare sui tasti del pianoforte
4. v.tr., fig., battere con ritmo regolare e monotono: la pioggia battente martellava i vetri
5a. v.tr., fig., perseguitare, tormentare o, anche, affliggere con violenza e insistenza: parole che martellano il cervello
5b. v.tr., incalzare con insistenza, tempestare: martellare qcn. di domande | estens., ritornare alla memoria ossessivamente: un ricordo fisso gli martella la mente
6. v.intr. (avere) battere, pulsare violentemente: il cuore gli martellava nel petto
7. v.intr. (avere) TS venat. spec. di merlo, emettere un verso caratteristico in caso di pericolo
8. v.tr. LE sottoporre al giudizio divino: se tu riguardi ben questa sentenza |… tu vedrai… perché men crucciata | la divina vendetta li martelli (Dante)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità