massimo

màs|si|mo
agg., s.m., avv.
1304-08; dal lat. maxĭmu(m), superl. di magnum “grande”.


FO
1a. agg., superl. di grande, il più grande, il più elevato (abbr. max.): la massima velocità consentita sull’autostrada | il più esteso: la massima parte del terreno | che ha la maggior durata: la massima parte della giornata
1b. agg., estens., che è al suo più alto grado di diffusione e di sviluppo: il periodo di massimo splendore dell’Impero Romano | che ha rilevanza essenziale, fondamentale: un problema di massima importanza
1c. agg., fig., intensissimo, vivissimo, profondissimo: le usa la massima benevolenza; il massimo sforzo
1d. agg., che è il più elevato in una scala di valori: massimo vantaggio
1e. agg., che è il più importante, il più famoso, il più eccelso: le massime autorità
2a. s.m., la quantità più grande possibile, il grado, il livello più elevato: deve scontare il massimo della pena | cosa o persona ritenuta la migliore, la più piacevole o interessante: quel batterista di jazz è il massimo
2b. s.m. TS sport => peso massimo
3. avv. CO spec. in annunci economici, al massimo: cercasi segretaria massimo ventenne (abbr. max.)

Polirematiche

al massimo
loc.avv.
CO
1. tutt’al più: al massimo posso spendere questa cifra
2. nel peggiore dei casi e nell’ipotesi meno favorevole: al massimo finirò domani
al massimo grado
loc.avv.
CO
massimamente, con estrema intensità, al massimo valore
avvicinamento massimo
loc.s.m.
TS astron.
evento astronomico che si determina quando due corpi celesti orbitanti intorno al sole o a un altro pianeta primario raggiungono la minima distanza l’uno dall’altro.
carcere di massima sicurezza
loc.s.m.
CO
c. dotato di avanzati sistemi di sicurezza, in cui sono rinchiusi detenuti ritenuti pericolosi
dose massima
loc.s.f.
TS farm.
la massima quantità di farmaco somministrabile senza produrre fenomeni di intossicazione
limite di udibilità massima
loc.s.m.
TS fis.
=> soglia di udibilità massima
massima punizione
loc.s.f.
TS sport
=> calcio di rigore
massimo comun divisore
loc.s.m.
TS mat.
il più grande fra i divisori comuni a più numeri (abbr. m.c.d.).
peso massimo
loc.s.m.
TS sport
al pl., nel pugilato, categoria che comprende atleti di peso superiore a circa 86 kg | atleta appartenente a tale categoria
pontefice massimo
loc.s.m.
1. TS stor. nell’antica Roma, capo del Collegio dei pontefici | estens., dal XII sec., titolo assunto dagli imperatori romani (abbr. P.M.)
2. CO estens., capo della goliardia.
pressione massima
loc.s.f.
CO
p. in corrispondenza delle sistoli cardiache che, nell’adulto, varia tra i 120 e i 130 mmHg
programma massimo
loc.s.m.
TS polit.
nei partiti socialisti tra la fine del sec. XIX e l’inizio del XX, programma politico in cui si identificavano le correnti massimaliste
smergo massimo
loc.s.m.
TS ornit.com.
=> strolaga maggiore
soglia di udibilità massima
loc.s.f.
TS fis.
intensità massima che un suono deve avere perché possa essere udito dall’orecchio umano
temperatura massima
loc.s.f.
TS meteor.
la temperatura più alta rilevata nelle 24 ore in determinate località e a certe condizioni
tempo massimo
loc.s.m.
CO
t. entro il quale i concorrenti devono completare la gara per non essere eliminati: essere fuori tempo massimo, avvicinarsi al tempo massimo | CO estens., periodo di tempo limite entro cui qcs. va compiuto: un tempo massimo di cottura di 20 minuti
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità