meglio

|glio
avv., agg.inv., s.m.inv.
sec. XIII; lat. mĕlĭu(s), propr. nt. di melior “migliore”.


FO
1. avv., in modo migliore (accorc. 1me’): cerca di scrivere meglio, si studia meglio in biblioteca, cammino meglio con i tacchi bassi, apprende meglio le materie scientifiche; cambiare in meglio, migliorare | stare, sentirsi meglio, essere, sentirsi in migliori condizioni di salute: oggi sto meglio di ieri; trovarsi in condizioni economiche più floride: loro stanno meglio di noi | andare meglio, procedere in modo più soddisfacente: ora gli affari vanno meglio | di bene in meglio, sempre meglio; meglio di così!, la situazione non potrebbe essere migliore | o meglio, usato come inciso per correggere un’affermazione precedente: puoi telefonare, o meglio, presentarti di persona
2. avv., preposto a un p.pass. forma un comparativo di maggioranza: ero meglio preparato allo scritto che all’orale; con l’art.det. forma un superlativo relativo: erano i meglio vestiti di tutta la festa
3. avv. BU con maggiore intensità: amare, volere meglio
4. agg.inv. FO migliore, spec. come predicato di essere, parere, sembrare e sim.: questo giornale sembra meglio di quello, è meglio che tu resti qui, sarà meglio che tu non lo faccia più, mi pareva meglio arrivare in anticipo
5. agg.inv. CO pop., preceduto dall’art.det. forma il superlativo relativo: è il meglio avvocato della città | con ellissi del sostantivo: è il meglio dei quattro
6. agg.inv. FO con valore neutro indica cosa migliore: se stai calmo è meglio, penso sia meglio non dirgli niente | con il verbo essere sottinteso: meglio, tanto meglio per noi!, siamo noi che ci guadagnamo | preceduto da di in espressioni partitive: in mancanza di meglio, non c’è niente di meglio che un buon caffè
7. s.m.inv. FO con valore neutro, la cosa, la parte migliore: il meglio deve ancora arrivare, perché scarti il meglio?, è il meglio che possa fare; anche s.f.inv.: la meglio, secondo me è non pensarci

Polirematiche

al meglio
loc.avv.
loc.agg.inv.
1. loc.avv. CO al massimo: i giocatori si sono battuti al meglio delle loro possibilità
2. loc.agg.inv. TS fin. di ordine di borsa in cui il cliente non pone limiti di prezzo, ma si affida alla discrezionalità dell’intermediario
alla bell’e meglio
loc.avv.
CO
in modo approssimativo: lavoro fatto alla bell'e meglio
alla bene e meglio
loc.avv.
CO
alla bell'e meglio
alla meglio
loc.agg.inv.
CO
nel modo migliore possibile limitatamente alla situazione
avere la meglio
loc.v.
CO
riuscire vincente: avere la meglio su un avversario, fra le due posizioni ha avuto la meglio la più moderata
fare del proprio meglio
loc.v.
CO
sforzarsi, adoperarsi il più possibile nel realizzare qcs.
meglio ancora
loc.inter.
CO
tanto meglio
per il meglio
loc.avv.
CO
nel modo più utile e vantaggioso.
tanto meglio
loc.inter.
CO
colloq., meglio ancora: se non vuoi venire, tanto meglio!
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità