menomare

me|no||re
v.tr. e intr.
av. 1311; cfr. lat. tardo minimāre.


1a. v.tr. BU rendere o far apparire più piccolo, più esiguo
1b. v.tr. CO danneggiare fisicamente: un brutto incidente l’ha menomato per tutta la vita
1c. v.tr. BU fig., danneggiare dal punto di vista morale: quelle calunnie hanno menomato il suo buon nome
2. v.intr. (essere) LE diventare minore, diminuire di forza, di intensità, di volume, ecc.: come quando s’abbevera l’armento | e non si vede l’acqua menomare (D’Annunzio)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità