1merito

|ri|to
s.m.
av. 1294; dal lat. mĕrĭtu(m), der. di merēre “meritare”.


FO
1. l’essere degno, l’aspirare a un riconoscimento, una lode o un castigo: premiare, punire a seconda del merito | diritto alla stima, alla ricompensa, all’elogio, ecc., acquisito in base alle proprie capacità o alle opere compiute: l’onestà è una delle doti da ascrivere a suo merito, nella sua carriera ha acquistato molti meriti, nessuno intende negare i tuoi meriti!, sono stati premiati con una medaglia al merito
2. qualità o azione che costituisce un giusto motivo di stima, lode, riconoscimento ecc.: ha il merito di saper riconoscere i suoi torti, questo saggio ha il merito di avere una bibliografia molto aggiornata
3. CO giusta ricompensa, spec. morale: che Dio vi renda merito per tutto il bene che avete fatto!
4. TS teol. valore particolare degli atti compiuti da chi è in grazia di Dio: i meriti di Maria Vergine | l’azione salvifica compiuta da Gesù con l’incarnazione e la passione
5. TS relig. opera buona compiuta dall’uomo, degna della ricompensa divina
6. TS dir. questione di diritto sostanziale sulla quale il giudice, esaminando il caso concreto portato in giudizio, decide se debba essere respinta l’istanza o se l’attore abbia ragione a intraprendere il processo
7. CO estens., sostanza, nocciolo di una questione, di un problema, ecc.
8. BU interesse, frutto di un capitale; usura
9. RE tosc., interesse dovuto per i crediti su pegno

Polirematiche

a pari merito
loc.avv.
CO
con punteggio uguale, in parità: finire a pari merito
croce al merito di guerra
loc.s.f.
TS milit.
=> croce di guerra
entrare nel merito
loc.v.
CO
affrontare in modo preciso e diretto un certo tema o problema
giudice di merito
loc.s.m.
TS dir.
nel processo civile e penale, qualifica riservata agli organi giudiziari di primo e secondo grado in quanto competenti a conoscere di questioni sia di fatto sia di diritto | qualifica degli organi di giustizia amministrativa in quanto competenti a valutare l’opportunità dell’attività amministrativa
in merito
loc.avv.
CO
relativamente alla questione o al problema trattati in precedenza: qual è la tua opinione in merito?
in merito a
loc.prep.
CO
circa, riguardo a: bisogna decidere in merito a quella questione
mal merito
loc.s.m.
var. => 1malmerito
merito amministrativo
loc.s.m.
TS dir.amm.
insieme di criteri pratici di opportunità e convenienza non rigorosamente predeterminati dal legislatore, cui deve ispirarsi la pubblica amministrazione
onore al merito
loc.inter.
CO
per rendere o invitare altri a rendere il dovuto riconoscimento a chi l’ha meritato: onore al merito, ottimo lavoro!
ordine al merito del lavoro
loc.s.m.
CO
onorificenza concessa ai cittadini che si siano segnalati per meriti professionali nei vari rami dell'attività economica
ordine al merito della Repubblica Italiana
loc.s.m.
CO
onorificenza concessa ai cittadini che si siano segnalati per benemerenze nei confronti dello stato e delle istituzioni
per merito di
loc.prep.
CO
grazie a: per merito tuo ho saputo del concorso | iron., per colpa di, a causa di: per merito di quei ritardatari siamo riusciti a perdere il treno.
rendere merito
loc.v.
CO
ricompensare adeguatamente: Dio te ne renda merito! | mostrare gratitudine e riconoscenza: chiunque ti renderà merito per il lavoro che stai facendo
scrutinio per merito assoluto
loc.s.m.
TS burocr.
sistema di promozione degli impiegati pubblici secondo l’ordine di ruolo, la diligenza e la buona condotta
scrutinio per merito comparativo
loc.s.m.
TS burocr.
sistema di promozione degli impiegati pubblici basato sul merito.
vizio di merito
loc.s.m.
TS dir.amm.
v. di un atto amministrativo che consiste nell’essere in contrasto con i criteri pratici di opportunità e convenienza cui deve ispirarsi la pubblica amministrazione
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità