mietere

miè|te|re
v.tr.
1313-19; lat. mĕtĕre.

AD
1a. CO tagliare a mano o a macchina i cereali maturi: mietere l’avena, il grano, il riso, mietere a collo, a metà altezza, lasciando la stoppia sul campo; mietere a terra, recidendo lo stelo alla radice | ass., eseguire la mietitura, spec. del grano: in che mese si miete?
1b. BU falciare: mietere l’erba
2. CO fig., raccogliere in gran quantità, conseguire: mietere glorie, allori, successi
3. BU uccidere, far morire: l’epidemia ha mietuto migliaia di persone

Polirematiche

mietere allori
loc.v.
CO
trionfare
mietere successi
loc.v.
CO
trionfare
mietere vittime
loc.v.
CO
1. spec. di malattia o catastrofe naturale o storica, provocare una grande quantità di decessi: la fame continua a mietere vittime in Africa; l’alluvione, la guerra ha mietuto vittime
2. fig., scherz., conquistare, affascinare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità